Studio legale Picozzi Morigi
ITEN
Domenica, 21 ottobre 2018
“Governare la Cina”

Picozzi & Morigi partecipa alla presentazione in Senato della versione italiana di “Governare la Cina”

 

Il giorno 20 settembre, lo studio legale Picozzi & Morigi ha partecipato alla presentazione dell’edizione italiana di “Governare la Cina”, libro del Presidente della Repubblica popolare cinese Xi Jinping. 

 

Il libro- nel mondo ha già venduto più di 6 milioni di copie ed è stato tradotto in 23 lingue, contiene responsi scritti del Presidente su questioni economiche, sociali e ed è strumento imprescindibile per interpretare le politiche interne ed estere cinesi. 

 

La cerimonia- si è svolta presso il Senato della Repubblica alla presenza dei rappresentanti di entrambi i paesi. Sono intervenuti a rappresentanza delle Istituzioni italiane: il presidente del Senato Pietro Grasso, il vice-presidente della Camera dei Deputati Marina Sereni e Francesco Rutelli in qualità di coordinatore del Forum Culturale Italia – Cina. Il Senatore Grasso ha ricordato le origini dell’amicizia tra Italia e Cina, mentre l’On. Sereni e Francesco Rutelli (già ministro dei beni culturali) hanno riferito di progetti in atto interessanti le due nazioni. 

 

Le collaborazioni- le Istituzioni italiane e cinesi stanno lavorando insieme da anni al fine di costituire un rapporto bilaterale sempre più solido. Secondo i relatori intervenuti, si è registrato un forte incremento di quelle a sfondo culturale, come il nuovo gemellaggio dei patrimoni Unesco (che partirà con le Langhe il suo territorio, i suoi vini); sono stati citati poi anche progetti e collaborazioni già in atto, ad esempio in tema di sicurezza alimentare ed ancor più sensibili come quelle relative alla sicurezza internazionale. Riguardo alla necessità ed importanza di tali collaborazioni, l’editore cinese del libro arrivato da Pechino, ha ricordato il seguente motto: “per far crescere un grande albero, servono radici profonde”. Anche l’Ambasciatore cinese in Italia Mr. Li, ha enfatizzato la necessità di ampliare le collaborazioni: si è parlato molto della Nuova via della Seta (ovvero “The Belt and Road” o meglio “一带一路”) prossimo tassello del “Sogno Cinese” destinato all’attuazione; rispetto al quale – nota l’Ambasciatore in chiusura - i principi fondamentali (tra tutti, l’apertura della Cina verso l’esterno) traggono l’ispirazione di fondo proprio dal libro presentato in Senato.

 

Lo studio P&M-  ringrazia le istituzioni cinesi ed italiane per il gradito invito e l’opportunità di seguire ancora una volta da vicino gli sviluppi delle collaborazioni Italia – Cina, come per il prezioso scambio di pareri con le autorità. Tali collaborazioni, si noti, sono sempre più capillarmente diffuse, meno relegate all’ambiente dei soli ‘addetti ai lavori’ e si apprestano a travalicare la dimensione economica estendendosi alle tematiche sociali e culturali, ricostruendo passo dopo passo, un antico percorso che corre da Pechino fino Roma. 

 

 

In conclusione- Oltre alla presentazione del libro, l’occasione è valsa quindi anche tirare le somme rispetto a quanto fatto fino ad oggi ed aprire un dialogo per ulteriori collaborazioni tra Italia e Cina; non ci si può che augurare una buona riuscita di tali progetti, dato il ruolo di preminenza della Cina ed il potenziale per la ripresa italiana. Se si considera che l’Italia è già il secondo partner commerciale europeo della Cina e che con essa condivide lo status di “superpotenza culturale” non vi è limite alle possibilità di cooperazione. In ogni caso, per la buona riuscita dei progetti presenti e futuri, il dialogo, lo scambio e la comprensione delle culture lontane sono fondamentali, per dirlo parafrasando il Presidente Xi (così come l’ha citato il Sen. Maran), “La Cina ha bisogno di conoscere meglio il mondo e il mondo ha bisogno di conoscere meglio la Cina”.